Ti trovi qui:🏠»Mobile»Mobile - Sbenny.it

Lovot, il robot affettuoso, in un selfie con una ragazza

Nel corso degli ultimi decenni, l’industria ha fatto passi da gigante dell’ambito della progettazione e realizzazione di robot di vario tipo. Nel cinema, però, si è spesso raccontato qualcosa che mai ha avuto riscontri nella vita reale. Almeno finora, dato che dal Giappone arriva il progetto fortemente voluto da un miliardario che intendeva produrre automi al solo scopo di fare compagnia alle persone sole.

Il suo nome è Yusaku Maezawa, che già in passato fece una richiesta che appariva in realtà quasi una provocazione (in linea con il suo personaggio pubblico, decisamente eccentrico). In occasione di una visita alla Stazione Spaziale Internazionale di un paio di anni fa, infatti, chiese di poter essere

Le Check List che guidano i professionisti fiscali incaricati del rilascio del visto di conformità per Ecobonus, Sismabonus e Bonus ristrutturazioni nella versione ordinaria, sono state pubblicate sul sito della Fondazione Nazionale dei Commercialisti.

Le nuove Check List si aggiungono a quelle per il Superbonus 110% e per il Bonus Facciate.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

I tre documenti di controllo sono aggiornati alla Legge di Bilancio 2022 e alle disposizioni antifrode. Per poter scaricare i file in versione word editabile è necessario accedere all’area del sito riservata ai Commercialisti.

Leggi anche: Tutto sul visto di conformità: cos’è, a cosa serve, chi può rilasciarlo

A cosa servono le check list?

Le Check List per il visto di conformità sono state predisposte dalla Fondazione a supporto del professionista e assumono un carattere generale e non possono ritenersi comunque esaustive circa i controlli da effettuare.

La verifica resta in capo al professionista incaricato, che caso per caso valuterà la conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta e che è necessaria ai fini della valida apposizione del visto di conformità.

UTILE!! Ti occupi del rilascio del VISTO DI CONFORMITÀ per il Superbonus?
>>>> Questo software fornisce l’elenco completo dei controlli  che devono essere effettuati ai fini dell’apposizione del visto di conformità nei casi di opzione per la cessione del credito d’imposta o per lo sconto in fattura. Provalo assieme al software di calcolo Superbonus.

I tre documenti di controllo consentono la verifica:

dei dati del beneficiario; delle spese sostenute; dell’ammontare del credito ceduto; del soggetto beneficiario; dei dati relativi all’immobile; della documentazione attestante la proprietà o disponibilità dell’immobile; della documentazione per gli interventi sulle parti comuni (condominio); delle altre dichiarazioni sostitutive rese dal beneficiario della detrazione; delle abilitazioni amministrative, comunicazioni, relazioni e attestazioni tecniche richieste dalla vigente legislazione; dei documenti di spesa ed i relativi pagamenti; della tipologia di intervento; dei documenti relativi alle opzioni da esercitare prima della fine dei lavori; dei documenti relativi alle opzioni da esercitare alla fine dei lavori.

Nel documento Check List Bonus Ristrutturazioni viene anche riportata la Tabella A con indicazione della detrazione e dei limiti di spesa per ciascuna tipologia di intervento.

Non perderti: Scandalo prezzari? Asseverazioni oggi ma spese del 2021, come regolarsi

Visto e asseverazione: le novità dopo la Legge di Bilancio 2022

La Legge di Bilancio 2022 (legge 30 dicembre 2021, n. 234) oltre a prevedere la proroga della cessione del credito/sconto in fattura anche per le spese sostenute negli anni 2022, 2023 e 2024, ha inglobato le disposizioni del Decreto Antifrodi (abrogato dall’art. 1, comma 41), estendendo così anche per Ecobonus, Sismabonus, Bonus ristrutturazioni 50% e Bonus Facciate, l’obbligo, già previsto per il Superbonus 110%, di dotarsi del visto di conformità e dell’asseverazione della congruità delle spese sostenute.

A partire dal 1° gennaio 2022 è stata introdotto un alleggerimento delle misure, ovvero non sono previsti visto di conformità e asseverazione di congruità delle spese sostenute in caso di interventi di edilizia libera o piccoli cantieri di importo inferiore a 10.000 euro.

Inoltre, con la Legge di Bilancio 2022 è stata prorogata fino al 2024 la scadenza delle detrazioni e le possibilità di utilizzo delle opzioni alternative.

> Scarica la Check List visto di conformità Bonus Facciate (3 dicembre 2021)< > Scarica la Check List visto di conformità Superbonus (19 aprile 2021) < > Scarica la Check List Ecobonus (26 gennaio 2022) < > Scarica la Check List Sismabonus (26 gennaio 2022) < > Scarica la Check List Bonus Ristrutturazioni (26 gennaio 2022) < Consigliamo I Bonus Casa 2022: guida alle agevolazioni e alle detrazioni in edilizia - e-Book in pdf I Bonus Casa 2022: guida alle agevolazioni e alle detrazioni in edilizia - e-Book in pdf Antonella Donati, 2022, Maggioli Editore

Con la Legge di Bilancio 2022 i bonus e le agevolazioni per la casa cambiano con importanti novità e altrettante conferme. L’eBook fornisce una guida pratica snella e molto chiara sulle diverse opzioni a disposizione per effettuare spese e investimenti sugli immobili in parte finanziati...


14,90 € 12,67 € Acquista

Le Asseverazioni del Tecnico e il Visto di Conformità per il Superbonus 110% e i Bonus Edilizi ordinari - e-Book in pdf Le Asseverazioni del Tecnico e il Visto di Conformità per il Superbonus 110% e i Bonus Edilizi ordinari - e-Book in pdf Sergio Pesaresi, 2021, Maggioli Editore

Questo e-book, giunto alla sua terza edizione, viene ampiamente rinnovato ed aggiornato con l'obiettivo di accompagnare il tecnico-asseveratore ad approfondire il concetto e il contenuto dell’asseverazione che gli viene richiesta dal Decreto Rilancio. Viene inoltre trattato anche il visto di...


17,90 € 15,22 € Acquista

Foto:iStock.com/greenleaf123

Articolo Pubblicate le Check List visto di conformità per Ecobonus, Sismabonus e Bonus ristrutturazioni di Ediltecnico.

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha pubblicato la nota n. 1231 del 23 febbraio 2022 con oggetto “110 in sicurezza” – Vigilanza straordinaria edilizia e contrasto al sommerso. La comunicazione, che annuncia accertamenti nel settore edile per tutto il 2022, arriva in un momento ben preciso, ovvero con la definizione dei nuovi obblighi in materia di applicazione del contratto collettivo previste dal decreto n.13 contro le frodi in edilizia.

Si legge nella nota, che un incremento dei controlli si rende necessario al fine di verificare il rispetto degli adempimenti in materia di tutela della salute e della sicurezza.

>> Vorresti ricevere news come questa? Clicca qui, è gratis

A finire sotto la lente saranno soprattutto le aziende neocostituite o riattivate nello stesso periodo dell’avvio dei bonus fiscali per l’edilizia, inoltre va precisato che, nonostante l’oggetto della Circolare INL, non saranno oggetto di controlli solo i cantieri del Superbonus 110 ma anche del Bonus Facciate e del Bonus Ristrutturazioni.

>> Aggiornamento TU Sicurezza: ecco il testo con le novità 2022

L’obiettivo è assicurare il rispetto delle norme sulla sicurezza sul lavoro in edilizia e contrastare il lavoro nero.

La vigilanza vedrà la partecipazione del personale militare dei Gruppi Carabinieri per la Tutela del lavoro e dei NIL, nonché, su obiettivi di maggiore dimensione o che presentino problematiche ulteriori, dei Comandi Provinciali dell’Arma dei Carabinieri, con il cui Comando Generale si è provveduto a condividere le necessarie intese.

Nel corso dell’anno 2022 saranno attivate apposite task force dedicate a specifici contesti territoriali e sarà definito con distinta comunicazione calendario di intensificazione delle attività locali.

Potrebbe interessarti: Lavoro e sicurezza a norma per usufruire dei Bonus Edilizi

Quali sono gli obiettivi controllati?

La comunicazione INL, che annuncia accertamenti nel settore edile per tutto il 2022, garantisce continuità con la campagna straordinaria di vigilanza in edilizia partita nel 2021 (nota DC Tutela n. prot. 6023 del 27/8/2021) con l’avvio degli incentivi fiscali per interventi di recupero edilizio e che di conseguenza hanno comportato un’intensificazione dell’attività nel settore edile.

>> Stai seguendo un progetto? In questa sezione proponiamo soluzioni che possono aiutarti nella scelta di prodotti e tecniche da applicare in cantiere

Gli obiettivi dei controlli verranno selezionati – oltre che sulla base di fondate segnalazioni/richieste d’intervento – anche attraverso un’accurata attività di intelligence basata sulle informazioni ricavabili dalle notifiche preliminari e dalle sinergie in essere con le Casse Edili. Ulteriori indicazioni in merito saranno fornite all’esito delle interlocuzioni tra INL, Agenzia Entrate e CNCE.

Prevista anche la collaborazione con le ASL con le quali avverrà la condivisione delle misure e procedure tese alla definizione di modalità operative volte ad evitare duplicazioni d’intervento e ad assicurare uniformità operativa e reciprocità delle segnalazioni.

Leggi anche: DURC di congruità obbligatorio per l’impresa: pena la decadenza dei Bonus Edilizi

Irregolarità più riscontrate su: formazione, DVR, POS e ponteggi

Tra le irregolarità maggiormente riscontrate dall’INL, nella fase di prima attuazione della riforma normativa (D.L. n. 146/2021 e s.m.i.), vi sono:

la mancata formazione e addestramento, la mancata elaborazione del DVR e del POS; la mancata protezione da caduta nel vuoto.

Non perderti: Formazione sicurezza datore di lavoro, dirigente e preposto: le novità sugli obblighi

Poi ci sono i ponteggi, il cui impiego è consentito previo rilascio da parte del fabbricante di una copia dell’autorizzazione ministeriale. Nella Circolare viene ricordato che l’impiego di ponteggi privi di autorizzazione ministeriale non è ammesso ai sensi dell’ art. 131, comma 6 del D.lgs. 81/2008, e che la violazione di tale precetto è sanzionata penalmente.

Consigliamo

Guida ai Piani di Sicurezza 2.0 alla quale è associata una completa modulistica aggiornata editabile per la redazione di PSC, POS, Fascicoli tecnici dell’opera e PSS personalizzabili per le specifiche esigenze, oltre a importanti strumenti di lavoro editabili quali Gruppi Omogenei, Schede di Lavorazione, Schede Macchine, Moduli per la Gestione del Cantiere, foto e simboli. Capitolo aggiuntivo di aggiornamento “INTEGRAZIONE AI PIANI DI SICUREZZA RISCHIO COVID-19” con esempi precompilati di POS e PSC e integrazione DVR per il cantiere edile, istruzioni operative, procedure e protocolli.

Guida ai Piani di Sicurezza 2.0 Guida ai Piani di Sicurezza 2.0 Luca Lenzi, Carmine Moretti, Francesco Loro, 2019, Maggioli Editore

La guida è aggiornata con il capitolo “Integrazione ai Piani di Sicurezza – Rischio Covid-19” a cura di Marco Ballardini e Carmine Moretti. L’aggiornamento, completo di oltre 50 moduli editabili e personalizzabili, fornisce strumenti utili e indicazioni da seguire...


56,00 € 53,20 € Acquista Guarda il prezzo su Amazon

Foto:iStock.com/af_istocker

Articolo Vigilanza Bonus Edilizi: cantieri controllati dai Carabinieri per un “110 in sicurezza” di Ediltecnico.

Pagina 2 di 2